Coltivare un alimento sostenibile ad alto valore nutritivo

L’alimento naturale del futuro per un’alimentazione sostenibile ad alto valore nutritivo Made in Italy

dulcis

Un alimento al quanto insolito per la cucina italiana, ma si tratta di un concentrato di benessere per il corpo umano, adatto a chi cerca un’alimentazione sostenibile con un alto valore nutritivo. Parliamo dei germogli di bambù, alimento più che salutare, ricco di proteine, carboidrati, minerali e fibre, ma contiene pochi grassi e zuccheri, possiede proprietà antibatteriche e antiossidanti, aiuta nella digestione, a perdere peso e nella lotta contro i tumori.
logobambugigante

Iniziativa della Soc. Agricola la Tigre che attraverso il progetto BAMBÙ TIGRE promuove la coltivazione di Bambù Gigante Madake da legno e Germogli di Bambù. Un progetto italiano, che renderà valore ai terreni abbandonati e diversificherà molte delle attuali coltivazioni. La Soc. Agricola la Tigre avviata nel settore, dispone di un impianto pilota di 3 ettari messo a disposizione di coloro che vogliono investire in questa realtà ecosostenibile e di facile gestione, in modo da poter toccare con mano questo nuovo business.


1 ettaro di bambù MADAKE è paragonabile a 20 ettari di conifere, come produzione di materia prima e, a differenza delle conifere, il bambu si rigenera ogni anno.


Il business nel mondo, sui germogli di bambù, si aggira intorno a 2 milioni di tonnellate all’anno, di cui più della metà proviene dalla Cina e come tutti noi possiamo immaginare, non risulta essere un prodotto biologico, in quanto tali produzioni vengono accellerate grazie all’utilizzo di fertilizzanti nocivi per la salute dell’uomo.
Il progetto Bambù Tigre prevede una coltivazione biologica del bambù, in modo da poter beneficiare il consumatore con un prodotto sano, privo di sostanze chimiche, quindi riuscire a sfruttare la produzione di legno pregiato Madake abbinata alla produzione di germogli alimentari, biologici, sani e genuini, nulla a che vedere con il prodotto importato.
Potete visitare il sito www.bambutigre.it per approfondire l’argomento.

boriana1
Secondo uno studio condotto da Punjab University di Chandigarh, in India, il bambù dovrebbe far parte delle medicine naturali, in quanto l’alta percentuale di fibre e di phytosteroli contenuta, ne fanno il consumo, un ottimo rimedio sia per abbassare il colesterolo, sia per contrastare attività cancerogene, inoltre i germogli possono essere utilizzati per migliorare l’appetito, la digestione e per curare le infezioni.

bambà
I germogli di bambù contengono i seguenti valori nutrizionali:
20 calorie per 100 grammi Basso Contenuto calorico.
3-4 grammi di carboidrati per 100 grammi Basso Contenuto calorico.
2,5 grammi di zucchero per 100 grammi. Basso Contenuto di zucchero.
0,49 grammi di grasso (saturi e insaturi) per 100 grammi. Irrisoria quantità di grasso.
2 – 2,5 grammi di proteine per 100 grammi. Fonte di proteine.
6 – 8 grammi di fibre per 100 grammi.
La fibra alimentare aiuta il nostro organismo a purificarsi evitando i casi di stipsi e diminuendo efficacemente i livelli di colesterolo “cattivo” LDL all’interno del nostro corpo. Alcune ricerche scientifiche suggeriscono che una dieta particolarmente ricca di fibre può aiutare a ridurre il rischio di cancro al colon proteggendo l’intestino da alcuni composti tossici presenti nel cibo.
I germogli di bambù sono ricchi di vitamina A, vitamina B6, vitamina E, tiamina, riboflavina, niacina, acido folico e acido pantotenico, tutti elementi indispensabili per il corretto funzionamento metabolico del nostro corpo.
I germogli di bambù sono ricchi di minerali come: calcio, magnesio, fosforo, potassio, sodio, zinco, rame, manganese, selenio e ferro.
Il rame è richiesto dal nostro organismo nella produzione di globuli rossi mentre il ferro risulta necessario per la respirazione cellulare e la formazione dei globuli rossi.
I germogli di bambù contengono anche buone quantità di potassio (100 grammi contengono circa 533 mg). Il potassio è un minerale importante che aiuta nel controllo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna ed è capace di contrastare gli effetti negativi del sodio all’interno del nostro organismo.
I germogli di bambù contribuiscono inoltre alla perdita di peso grazie alla bassa presenza di calorie, carboidrati e zuccheri.
Aiutano la salute del cuore, secondo gli studi di ricerca, fitosteroli e fitonutrienti presenti in germogli di bambù sono ideali per sciogliere il colesterolo nocivo nel corpo.
Combattono il Cancro, le foglie dei germogli di bambù sono formate da fitosteroli, come flavoni, amilasi e clorofilla quest’ultima soprattutto ha mostrato proprietà di mutazioni nello sviluppo del cancro.
Rendono più forte il sistema immunitario grazie alle vitamine e ai minerali.
La pianta di bambù possiede anche proprietà anti-infiammatorie e analgesiche. Il succo dei germogli di bambù può essere anche utilizzato come medicina per curare ferite ed ulcere.

PicsArt_02-24-11.12.23PicsArt_02-24-11.12.57
All’esterno il germoglio si presenta ricoperto da uno spesso involucro di foglie molto dure e al suo interno possiamo trovare il polposo germoglio di colore bianco-crema, ha una consistenza croccante dal sapore molto delicato ed inconfondibile.
I germogli di bambù possono essere conservati in vari modi: sott’aceto, sotto sale, fermentati, secchi o in scatola.
Per non commettere errori nella giusta scelta, è sufficiente contattare la Soc. Agricola La Tigre attraverso il sito www.bambutigre.it

logobambu

Le persone particolarmente allergiche alle graminacee dovrebbero fare attenzione anche all’assunzione di bambù dato che questa pianta fa parte della famiglia delle Graminaceae.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.