Blog

16 Gennaio 2017

I MISTERI DEL BAMBÙ

LA FIORITURA DEL BAMBÙ

PROGETTO BAMBÙ TIGRE

La fioritura del bambù è uno degli eventi più rari nel regno vegetale, il particolare interesse legato a questo raro evento è dovuto sicuramente alla bellezza dei fiori emessi, ma soprattutto suscita interesse, a livello scientifico, l’intervallo temporale che porta alla fioritura. Infatti la maggior parte dei bambù fiorisce dopo circa 60 anni, ci sono poi specie che addirittura possono arrivare anche fino a 130 anni, un esempio è il Phyllostachy Bambusoides MADAKE. Questi intervalli di tempo così lunghi sono ancora un mistero per i botanici e suscitano un certo stupore ed interesse.
Per approfondire, ma non molto, l’argomento, distinguiamo in tre categorie la fioritura dei bambù:

  1. fioritura gregaria;
  2. fioritura sporadica;
  3. fioritura annuale;

La fioritura Gregaria è la più imponente, la più complessa e la più inspiegabile.

Tutti i bambù appartenenti ad una singola specie, contemporaneamente ed in qualsiasi parte del pianeta, fioriscono.

PicsArt_01-16-05.32.46

Producono un enorme quantità di semi, talmente tanti che la pianta impiega tutte le sue risorse energetiche, fino alla morte. Gli esperti ipotizzano che la fioritura gregaria serva ad aumentare il tasso di sopravvivenza e la rusticità del bambù.

La fioritura sporadica solitamente viene causata da fattori ambientali e non genetici. In questo caso la fioritura di una specie non riguarda un gran numero di esemplari, non porta ( solitamente ) alla morte della pianta ed interessa solo una zona localizzata del territorio.

La fioritura annuale riguarda un numero ridotto di esemplari, in questo caso il bambù può fiorire ogni anno senza alcun effetto sulla pianta madre.

PROGETTO BAMBÙ TIGRE

coltivazione bambù gigante

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *